Chi sono

 

Sono ramaria fuoriorarioppresentante dei cittadini in Senato dal 4 marzo 2013 e aderisco al Movimento X, un sottogruppo di senatori indipendenti del Gruppo Misto.

Eletta con il Movimento 5 stelle, non ne faccio più parte dal 15 aprile 2014.
Le ragioni che hanno portato alla mia fuoriuscita sono quelle che ho esposto nel mio intervento al Senato quando sono state discusse le mie dimissioni. Esse risiedono, in estrema sintesi, nella deriva autoritaria e nella mancata osservanza delle regole che da un certo momento in poi hanno impedito al Movimento 5 stelle di incarnare quei valori che mi avevano portato ad aderirvi in origine, valori in cui io credo ancora fermamente e che ogni giorno mi sforzo di perseguire nel mio operato politico. Le mie dimissioni sono state respinte con un voto quasi unanime dell’Assemblea.

Per quanto riguarda la mia attività da privata cittadina, mi sono diplomata nel liceo classico di Reggio Emilia, mi sono laureata in Lettere Classiche a Bologna e ho insegnato stabilmente latino e greco dal 2007, dopo 15 anni di precariato nella scuola. In quegli anni mi sono mantenuta con varie attività: riordino di archivi e ricerca storica per enti pubblici e privati in tutta l’Emilia Romagna (ho un diploma di specializzazione presso l’Archivio di Stato di Modena), traduzioni e interpretariato (conosco bene il francese grazie a una borsa di studio a Parigi).

Sono stata supplente di italiano e latino a Istanbul e da lì ho iniziato a occuparmi dell’insegnamento dell’italiano agli stranieri (ho un Master in Didattica e Promozione della Lingua e Cultura Italiane a Stranieri presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, con indirizzo didattico e organizzativo; ho l’abilitazione CEDILS per la didattica dell’italiano a stranieri). Amo le lingue, antiche e moderne, oltre al francese conosco l’inglese, ma le mie preferite sono altre: ho imparato il turco e il neogreco, mi sono laureata a Ca’ Foscari in Scienze del Linguaggio e ho vinto un dottorato presso la facoltà di Lingue di Bologna.
Non vorrei tuttavia essere definita solo per il mio curriculum: dietro a quello che ho studiato e che ho fatto fin qui, ci sono la mia persona, il rapporto con gli altri franco e diretto, le mie letture, la mia famiglia, la convinzione che solo la ricerca tenace della giustizia e della solidarietà, insieme all’istruzione, rendano davvero liberi di scegliere e che la partecipazione faccia la vita bella e piena. Il mio lavoro e la mia formazione sono stati uno strumento per cercare di essere una persona e una cittadina migliore, educata e convinta che ogni gesto sia sempre un modo di fare politica, anche al di fuori del Parlamento.

 

Commenti chiusi.